Home
Home

  CULTURA E STORIA




  sab.  26.09.2020 
COSTUMI FOLCLORISTICI





 

Il perchè di una tradizione

Costumi di Spoccia

Costumi di Cavaglio e Gurrone

Costumi di Gurro

Costumi di Falmenta

Costumi di Crealla

Costumi di Orasso e di Cursolo

Costumi di Socraggio e S. Agata

Cannobio - Traffiume

Le immagini




CANNOBIO - TRAFFIUME

  A Cannobio e a Traffiume non si indossavano costumi caratteristici come nei villaggi della valle, però fino a qualche secolo fa vi erano alcune particolarità nel vestire che distinguevano le nostre da altre popolazioni.
Le donne vestivano una camicia bianca sopra la quale calzavano mutandoni di lana o di canapa. La sottoveste o sutanin era ornata con due o più balzane di vario colore. La gonna era di tessuto vario e dì vario colore a seconda dell’età e della condizione sociale.
Il corpetto era della medesima stoffa del vestito o gonna ed era ornato con pizzi fatti personalmente da chi l’indossava o dai suoi famigliari. Sulle spalle si portava, dalle persone adulte, un ampio scialle con una lunga frangia, il colore era molto vario. Sul capo si portava il panet o fazzoletto a fiori su fondo scuro con frangia nera
Anche il culto dei capelli aveva un suo fascino e fino all’inizio del secolo, specie le donne anziane usavano ancora raccogliere i capelli sulla nuca ed assicurarli con una semi corona di spadine d’argento o di altro metallo ed allora non si coprivano con il fazzoletto per il capo.
Quando le donne erano al lavoro in casa o sui monti portavano sopra la gonna un grembiale o scusà assicurato con una larga fettuccia dello stesso colore del grembiale.








 


 








Comunità montana Valle Cannobina Cavaglio Spoccia, Fraz. LUNECCO 0323.77388